VOLO DELLA LIBELLULA di Maria Lidia Petrulli

5 / 100 SEO Score

Quando gli amici, e chiunque altro, mi raccontano le proprie impressioni su quel che leggono di mio, è un’esperienza favolosa, sono i momenti in cui lo scrittore si dice: è dura ma vai avanti, perché quel che scrive serve a chi lo legge. Ed è un momento di riflessione, perché comprendi quel che è arrivato, e ti arrabatti perché vuoi migliorare ancora, e creare quel qualcosa di più che possa regalare qualcosa di sempre più profondo.
Scrivere a volte è una necessità e una liberazione, leggere è vivere altre esperienze che, altrimenti, non sarebbero state fatte, è allargare il proprio punto di vista, è arricchirsi.
Ecco dunque quel che mi scrive Carla, di cui ometto il cognome per motivi di privacy.

Hai scritto diversi romanzi e hai toccato diversi generi che mi hanno tutti affascinata e coinvolta, ma in questo ho trovato una marcia in più. Dal mio punto di vista, hai saputo caratterizzare benissimo i personaggi (sei stata incredibile con Alberto), e sei riuscita a lasciarmi col cuore in gola sino alla fine del romanzo.


Un ritmo incalzante fino all’ultima pagina. Secondo me potrebbe diventa re un bel film!!!


E io aggiungo: Magari! Grazie, Carla.

bussolaculturale@hotmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto