Nicola Legrottaglie: Dalla Juventus a Dio: “In campo giochiamo in due, io e Dio” – A cura di Eugenio Merrino

7 / 100 SEO Score

Nicola Legrottaglie, classe 1976 è uno tra i più famosi calciatori e allenatori dello scenario calcistico italiano ed europeo.

Certamente conosciuto dai tifosi juventini e milanisti. L. nasce a Bari e proprio lì inizia la sua ascesa ai vertici calcistici, fino ad approdare nel 2003 alla Juve, dopo una precedente strabiliante stagione al Chievo che l’aveva perfino visto convocato nella Nazionale italiana di Trapattoni.

Il libro che oggi vi presentiamo: Ho fatto una promessa, edito da Piemme e scritto dallo stesso calciatore, narra la sua storia ripercorrendo i tratti principali della sua vicenda personale e in particolare della sua conversione.

Il testo è scorrevole e scritto con quella semplicità che ricorda le “chiacchiere” tra amici nei bar, dove si raccontano dubbi, paure e incertezze del proprio vivere quotidiano e soprattutto della difficoltà di vivere la propria fede in un modo che sembra non aver più bisogno di Dio.

Il lettore non si deve aspettare né un “libro religioso” né tantomeno una mistica testimonianza di fede. Nicola racconta con semplicità la sua vita, la sua esperienza attraverso eventi anche simpatici e goliardici che mostrano la grande normalità del vivere quotidiano di un giovane che si ritrova da squattrinato ragazzino di cortile a ricco sex symbol del panorama calcistico europeo.

Il testo affronta dunque temi importanti come la difficoltà di vivere la propria sessualità in un ambito sociale ed economico come il suo, dove tutto sembra essere concesso al giusto prezzo. Quel mondo lo aveva infatti inaridito e fatto dimenticare una promessa fatta a Dio all’età di 13 anni e che per ovvie ragioni non spoilerò.

In un momento particolarmente importante della sua vita, Nicola si trova infatti a dover scegliere di continuare ad avere tutto ma essere infelice o cercare quel di più che fugge dall’immediatamente visibile e dal materiale, per andare oltre ciò che quel mondo gli proponeva per cercare la felicità. Ed ecco che ricorda la promessa e inizia un cammino che pian piano lo porterà a vedere il mondo con occhi nuovi. A tal proposito è bene ricordare che da questo momento diventa anche un uomo impegnato nel sociale, specie riguardo le campagne contro l’aborto e la pillola abortiva RU486. Insomma da questo incontro con Gesù, Nicola diventa un campione dentro e fuori dal campo.

Oggi Nicola Legrottaglie è un affermato allenatore ed è sposato con prole, dice di aver trovato un altro tipo di ricchezza, “quella interiore che nessun euro, nessun gol può dare”.

Il testo è consigliato non solo per i ragazzi, ma per tutti coloro che desiderano interrogarsi sulla ricerca della felicità e del proprio posto nel mondo.   

Eugenio Merrino

Pubblicato su: Araldo Abruzzese in data 25.06.2020

bussolaculturale@hotmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto