Sotto lo stesso cielo – Non Solo Cina

Il testo di Giulia Pompili, che insieme a Marco Bonaglia
recensisco oggi per Fuoriclasse di Nòva-Sole24Ore, ci
ricorda la complessità e ricchezza del contesto
geopolitico asiatico.
Un’ottima lettura, adatta a diversi livelli di
approfondimento.

Giulia Pompili è un punto di riferimento per chi vuole essere accompagnato nella conoscenza dell’Asia orientale. 

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibCome scrive nel suo libro, si è trasformata in esperta mossa dalla curiosità per mondi lontani e grazie a numerosi viaggi ed esperienze giornalistiche.  Oggi fa parte di quel gruppo di giovani giornalisti italiani che raccontano l’Asia e le sue trasformazioni nel solco della tradizione. 

È sempre più interessante leggerla quasi quotidianamente sul Foglio, ma anche seguire le sue analisi nei canali “all news” italiani, nonché ricevere ogni settimana la Newsletter “Katane”, una stanza virtuale di approfondimento su ciò che accade in Asia Orientale. Per Mondadori, ha appena pubblicato il libro intitolato “Sotto lo stesso cielo”: è il testo che vi presentiamo questa settimana per  “Le recensioni di Fuoriclasse”. us leo.

Il secolo asiatico – Non di sola Cina si ciba il mondo

Dopo averne apprezzato la scorrevolezza e i contenuti originali, pensiamo che questo libro sia utile per il nostro pubblico per due motivi principali. Innanzitutto perché descrive bene come l’Asia non sia solo Cina, ma molto di più. Come scrive Pompili, al posto di “secolo cinese”, sarebbe più corretto affermare che siamo in presenza di un “secolo asiatico”. 

L’Asia è molto più ricca e variegata di quello che ci immaginiamo, nonostante la nostra narrativa sia spesso schiacciata sul punto di vista cinese.

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing  Il centro del mondo – come affermato da ormai decine e decine di riconosciuti esperti di relazioni internazionali, quali  Parag Khanna (autore del testo “The Future is Asian: Commerce, Conflict and Culture in the 21st Century, New York : Simon & Schuster, 2019) – si sta spostando in Asia, ed è utile per questo motivo conoscere gli attori principali di questa parte del globo. La Cina è un attore chiave di questa parte del mondo, ma non il solo da tenere d’occhio. elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

CLICCA E CONTINUA ALEGGERE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto