Sostiene Pereira di Antonio Tabucchi

A Lisbona, nel torrido Agosto del 1938, faccio timidamente conoscenza con il dottor Pereira.

Un giornalista che si occupa della pagina culturale di un giornale pomeridiano, il Lisbona.

Un uomo profondamente cattolico, ligio nel seguire in maniera metodica la sua ormai consolidata routine giornaliera.

Un uomo pignolo, amante della letteratura e profondamente legato alla moglie defunta.

Un giorno però Il nostro protagonista conosce il giovane, amante della vita, Monteiro Rossi.

Un incontro questo, che cambierà per sempre la sua esistenza.

Ambientato durante il periodo della dittatura salazarista, l’autore ci fa vivere le contraddizioni ma anche le paure di un uomo, tutto sommato ordinario, ma che nella sua semplicità saprà donarci un atto di puro e vero coraggio.

Antonio Tabucchi

Scrittore italiano, autore di romanzi, racconti, saggi, testi teatrali. Considerato una delle voci più rappresentative della letteratura europea, i suoi testi sono tradotti in tutto il mondo. Durante gli anni dell’università viaggia per tutta Europa sulle tracce degli autori conosciuti attraverso la biblioteca dello zio materno. In uno di questi viaggi, a Parigi, trova su una bancarella, firmato con il nome di Álvaro de Campos, uno degli eteronimi del poeta portoghese Fernando Pessoa, il poema “Tabacaria”, nella traduzione francese di Pierre Hourcade.

Da allora Pessoa sarà per più vent’anni l’interesse principale della sua vita. Cura, infatti, l’edizione italiana delle opere complete di Pessoa.
Recatosi  a Lisbona, sviluppa per quella città e per il Portogallo una vera passione.

Clicca e scopri tutti i nostri testi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto