ONLUS: cosa sono e cosa fanno per il territorio – A cura dell’ Avv.to Gabriella De Amicis – Associazione Amici di Alessia

Quando sentiamo parlare di ONLUS stiamo parlando di un Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale e sono state introdotte con D.Lgs 4/1997. Già dal nome riusciamo a capire cosa fanno e qual è il loro scopo. Ma vediamo nello specifico cosa fanno le circa 20.000 Onlus che operano sul nostro territorio.

Innanzi tutto queste organizzazioni operano senza scopo di lucro, ciò significa che hanno un divieto assoluto di distribuire, tra gli associati, i guadagni derivanti dalle loro attività. In secondo luogo, possono acquisire la qualifica di Onlus solo: associazioni, comitati, fondazioni, società cooperative e altri enti privati.

Sono pertanto da escludervi soggetti quali: società commerciali e fondazioni bancarie, partiti, sindacati, associazioni di categoria ed enti pubblici.

Tutte le Onlus devono avere una missione definita nel dettaglio all’interno dello statuto e devono operare in un settore ritenuto di interesse sociale dall’ordinamento, esclusivamente per il bene della comunità e delle persone svantaggiate (fisicamente, psichicamente, economicamente, socialmente, etc.).

Difatti operano in ambiti ben definiti quali l’assistenza sociale o socio – sanitaria, beneficenza, istruzione, formazione, sport dilettantistico, valorizzazione dei beni culturali, protezione dell’ambiente, promozione dell’arte, tutela dei diritti civili o ricerca scientifica di interesse sociale.

Lo Statuto è il documento che regola la vita e il funzionamento dell’Associazione e deve contenere tutte le indicazioni previste nel D.Lgs 460/1997.

L’Atto Costitutivo è invece il documento ufficiale, formale e sostanziale con il quale si sancisce la nascita dell’associazione; in esso occorre specificare la data e il luogo di costituzione, la denominazione e la sede legale dell’associazione, nonché i dati anagrafici dei soci fondatori firmatari dell’atto.

Una volta redatti lo Statuto e l’Atto Costitutivo è necessario registrare questi atti presso l’Ufficio Locale dell’Agenzia delle Entrate entro 20 giorni dalla costituzione dell’Associazione; prima però occorre richiedere il codice fiscale.

Le Onlus si sostengono attraverso delle attività di tipo commerciale avvalendosi dell’aiuto di volontari ma anche di personale retribuito che mette a disposizione le proprie competenze nella missione. Possono, inoltre, vivere di donazioni, quote associative, lasciti e, come sopra specificato, di entrate di natura commerciale come, ad esempio, l’organizzazione di banchetti e manifestazioni.

Tutto il ricavato derivante dalle attività sopra descritte, dev’essere obbligatoriamente reimpiegato per gli scopi fissati nello statuto dell’associazione. Di conseguenza sono tenute a redigere un bilancio o un rendiconto annuale.

Clicca sull'immagine e scopri tutti gli articoli dell'Ass. Amici di Alessia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto