Mio fratello rincorre i dinosauri. Storia mia e di Giovanni che ha un cromosoma in più di Giacomo Mazzariol – Recensione a cura di Francesca Carcaterra

“ Papà è il motore,noi figli le ruote e gli ingranaggi, mamma il carburante”

“ Mamma lava, stira, pulisce, mette in ordine, cucina; e le poche volte che rientrando da scuola non troviamo il pranzo in tavola è comunque pronto nel frigo o nel forno, o nella pentola. Mamma è una imprenditrice. Investe ogni giorno su di noi. Non investe soldi, ma tempo, ore, secondi. Vita.”

Ho voluto fortemente questo libro. L’ho voluto proprio materialmente, e mio figlio ha esaudito questo desiderio a marzo prima del lockdown, regalandomi il parallelepipedo, e da allora ne accarezzo mentalmente la lettura.
È la storia di vita di Giacomo stravolta dall’arrivo del fratellino Giovanni, subito chiamato Giò. Un fratellino speciale, un supereroe agli occhi di Giacomo che ha 6 anni, un supereroe con un cromosoma in più.


La storia si sviluppa in modo leggero e coraggioso nella descrizione di tutto ciò che comporta la convivenza con un bimbo così speciale e così diversamente unico.

Giacomo racconta la scoperta della parola Down, delle difficoltà fisiche del fratellino, delle sue caratteristiche caratteriali. Si pone delle domande alle quali i genitori riescono magistralmente a dare una risposta, a lui e alle due sorelline.

Ma l’adolescenza incombe e con lei le domande si bloccano, sopravviene in Giacomo  il senso di vergogna, la paura di non essere incluso nel gruppo per avere un fratello così, la paura ad avere determinate risposte alle sue domande che non pone più.

Sarà Giovanni con la sua più genuina semplicità a far sentire Giacomo orgoglioso di avere un fratello un vero supereroe un po’ sopra le righe.

Chiunque ha vissuto o vive una diversità in casa comprende appieno la storia con i timori e le gioie di Giacomo. Le ansie, i timori, la paura della perdita, sono reali, li avverti, e immancabilmente sono tuoi, il racconto si trasforma nel tuo personale e doloroso vissuto.

Ma tocchi la gioia di Giacomo, la sai, la comprendi, la riconosci quando parla della sua famiglia, di come Gio e tutti loro sono stati protetti “dalla pioggia della vita” da mamma e papà perché è la tua stessa gioia vissuta.
Una lettura commovente, vera, senza retorica e senza finzioni. Per chi ha un po’ di lacrime in magazzino. 🦋


Francesca Carcaterra

Clicca sull'immagine a destra e scopri tutte le nostre recensioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto