Le mie migliori trilogie del passato – di Marcello Avigo

Essendo una trilogia dedicata a Marco Tullio Cicerone, ( l’ordine indicato è quello consigliato per la lettura) preferisco sintetizzarla in un’unica recensione. Partiamo innanzitutto dal periodo storico preso in esame : 79 a.C. –  47 a. C. La voce narrante è quella di Marco Tullio Tirone, figura storica di rilievo. Ex schiavo di Cicerone,  diventerà poi amico, braccio destro e stenografo del console romano oltre che autore di scritti negli ultimi anni della sua lunga vita. ( pare 100 anni!) ” Imperium” inizia quando Cicerone, a soli 27 anni, decide di buttarsi in politica con l’ambizioso progetto di arrivare al vertice assoluto della piramide. Ascesa molto complicata, al punto che proprio nell’imminenza della sua proclamazione a console di Roma, avvengono fatti inquietanti che lo coinvolgono. Segnali inequivocabili che qualcuno sta tramando contro di lui. L’ indiziato numero uno pare sia Giulio Cesare, da sempre suo nemico, ma la sete di potere coinvolge anche tanti altri. Cicerone passa in breve tempo dal paradiso all’inferno. Sa inoltre di essere braccato per avere, tempo prima, condannato a morte i suoi probabili attentatori. Sceglie allora la strada dell’esilio. Viaggerà tra Brindisi, Macedonia e soprattutto Salonicco. Ha perso oltre che la bacchetta del comando anche affetti familiari ed amici fidati. Tutti, ad eccezione di uno : Tirone. Tutto finito ? No, perche con una mossa a sorpresa torna a Roma e riconquista il senato. Ora si può godere la vittoria, ma si accorgerà presto che vendetta, tradimento, corruzione che gli sono stati sempre vicini durante la sua carriera politica, non si sono affatto dimenticati di lui.. Harris precisa che questa trilogia è romanzata anche se gli è costata 12 anni di accurate ricerche storiche.Un romanzo che all’occorrenza sa trasformarsi in saggio per ridiventare al momento giusto un romanzo.  Entrambi avvincenti, epici, con grandi personaggi che insieme a Cicerone, ci faranno compagnia in questo indimenticabile viaggio nella storia di Roma.Non può però mancare un interrogativo finale, schietto ed amaro : ” politica & corruzione, cosa è cambiato da ieri ad oggi?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto