L’amurusanza di Tea Ranno – Recensione a cura di Gloria Zanchetto

L’amurusanza è quella parte di bene che alberga in ognuno di noi e che, se messo insieme a quello degli altri, può cambiare il mondo.

Tea Ranno racconta in modo delicato, quasi poetico, le vicende di un piccolo borgo siciliano di poche anime, dove la gente mormora per un nonnulla, pur di arrivare a sera.

La morte del tabaccaio Costanzo dá impulso ad un progressivo cambiamento dell’intera comunità. Ma Costanzo non è morto del tutto: rimane spettatore della vita di sua moglie Agata e dei suoi amici più stretti. Loro vedono che lui c’è, che è lì con loro e che li accompagna nella presa di coscienza di sé. Lo vedono che ride e si compiace di quello che sono e che sono diventati.

E cosí, conosciamo Agata “la tabacchera”, Roberto, Lisa l’erborista, Violante, Toni il professore, Errico e Letizia, Franca, l’ingegnere, il maresciallo, il dottore e altri personaggi e ne vediamo la progressiva evoluzione.

A poco a poco nascono nuove consapevolezze, nuove amicizie, nuovi amori – magari improbabili, o che già erano nell’aria ma da sempre tenuti nascosti-, si rinsaldano vecchie unioni.

Si racconta la volontà di cambiamento, la voglia di dare un futuro anche alle piccole realtà, di rinascere contro l’ignoranza, contro il potere di pochi, contro la mafia locale.

A poco a poco, chiacchiere e pettegolezzi vengono superati ed è così, che, vincendo i pregiudizi, si diventa liberi. L’amore, un sorriso, una parola gentile possono cambiare qualsiasi cosa, e per prima, la vita di ognuno di noi. L’amore vince sempre, su tutto.

L’intera narrazione é strutturata secondo costruzioni sintattiche tipiche del dialetto siciliano ma, anche se il lettore non appartiene a quella parlata regionale, riesce a comprenderne il significato, superando il termine non chiaro.

Consigliato ai cuori gentili, a coloro che credono che la poesia non sia solo un genere letterario ma un modus vivendi.

Clicca sull'immagine e scopri la nostra topbook di settembre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto