Kilmeny del frutteto di Montgomery Lucy Maud – Recensione a cura di Elfo Alessandro Silvano

8 / 100 SEO Score

Trama :
Una dolcissima storia d’amore che ha come protagonista un giovane ragazzo di nome Eric, appena laureato in lettere, e una splendida ragazza dagli occhi azzurri come il mare calmo di nome Kilmeny.
L’incontro fra i due sarà l’inizio di un avventura che vedrà al suo concludersi,  il cambiamento profondo di entrambi i protagonisti .

Considerazioni :
Mi sono avvicinato a questo libro con molti dubbi e pregiudizi ma lo stile della scrittrice Montgomery mi ha coinvolto facendomi respirare un atmosfera di magia e incanto .

Ho compreso che uno dei limiti di un lettore può essere quello di porsi un limite , un pregiudizio e così pone  un limite all’attività del leggere che in realtà è l’incantesimo più prezioso .

Di certo un scrittore deve conquistarti e lo può fare con il suo stile .
La scrittura è semplice ma mai banale inoltre le sue descrizioni sono così precise tanto che in alcuni punti sembra quasi essere con i protagonisti nel frutteto in cui si sono conosciuti .
Nonostante la precisione della descrizione , lo stile non mi è risultato pesante anzi lo trovato incantevole e nostalgico un po’ come i vecchi libri fantasy con copertine essenziali e poco delineate a differenza dei fantasy attuali in cui la copertina è super curata tanto da trasformare il libro in un accessorio .

Durante la lettura ho quasi invidiato il giovane Eric per aver fatto un incontro così magico .
La protagonista femminile , Kilmeny è deliziosa , e la descrizione che viene posta in essere dalla scrittrice , evoca una delle creature più amate da me che appartengono al piccolo popolo : l’elfo .

Kilmeny è avvolta da una specie di barriera e l’unico mezzo di comunicazione che possiede per esprimere la sua anima è la musica e in specie lo strumento del violino che suona con armonia e incanto .
Il suo violino e la scrittura sono gli incantesimi che permettono di mostrare al mondo i propri sentimenti .

 Kilmeny Mi ha fatto riflettere come sia importante essere concentrati su se stessi e come la parola non è l’unico strumento di comunicazione ma esistono una serie di opportunità che possono renderci ancora più magici così come fà lei  , protagonista insieme ad Eric  , che da una sua situazione di diversità ,  riesce a rendere magica sia la sua vita e la vita di chi incontra .
Mi sono ripromesso di essere un po’ come Kilmeny , coraggioso e determinato

Vi consiglio di leggerlo io l’ho fatto in ebook , voto 8 su 10 per un romanzo di formazione .

bussolaculturale@hotmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto