Il Suggeritore di Donato Carrisi – Recensione a cura di Noemi Iannone

5 / 100 SEO Score

Non sono mai stata particolarmente attratta dai gialli e thriller, ma nella via si devono provare alcune novità, in alcuni periodi arrivano suggestioni particolari. Il romanzo di Carrisi ha sicuramente la dote di tenerti legato alla lettura, rispetta l’abc del thriller.

La storia mi sembra ben congeniata, ma come anticipato sono una neofita del genere e potrei peccare di inesperienza, non ho molti termini di paragone per poterlo classificare al meglio.


Mi sono avvicinata a Carrisi per puro caso e ho deciso di iniziare a leggere le sue opere, partendo proprio da “Il Suggeritore”, esordio letterario dello scrittore pugliese. 

Questo splendido libro indaga nelle profondità psicologiche dei personaggi, ti fa vivere la vicenda da più punti di vista e infine non smette mai di stupire. Appena credi di aver capito qualche cosa, ecco che tutto cambia e le tue certezze (come quelle dei personaggi) cadono.Un libro che oltre a raccontare una storia inventata ma pur sempre tratta dalla verità, ti spiega nei minimi dettagli come si svolge il lavoro di profiler della polizia (per chi non avesse mai visto Criminal Mind glielo consiglio, le atmosfere come citato anche nel libro stesso sono molto simili).


In definitiva un libro assolutamente da leggere e per quelle persone che lo criticano perché descrive troppe cose (interrogatori, profiler, tipi di serial killer eccetera) dico soltanto che il bello di questo libro sta proprio lì (anche lì). L’ autore fornisce poco a poco al lettore tanti piccoli tasselli di un mosaico geniale. Attraverso gli occhi della protagonista saremo catapultati in vari luoghi, ben descritti , ma geograficamente non definiti .Lo stile è semplice e diretto, e la descrizione psicologica criminale che intervalla i momenti più frenetici del romanzo, frutto della grande esperienza di Carrisi in questo campo, ti permette di riflettere sui motivi che muove una persona apparentemente normale ,a compiere gesti estremi e deprecabili.
E poi , beh , che dire , il finale . Superbo.


Cari lettori , se posso darvi un consiglio , leggetevi il romanzo e immergetevi nella storia.
Una volta entrati, non fidatevi di nessuno , nemmeno dell’autore.

“Tutti abbiamo un lato oscuro , Tutti abbiamo un segreto”.
Iannone Noemi

bussolaculturale@hotmail.com

Un pensiero su “Il Suggeritore di Donato Carrisi – Recensione a cura di Noemi Iannone

  1. A me i gialli piacciono ma non ho mai letto nulla di Carrisi ….la recensione fatta da Noemi Iannone mi ha incuriosito……sicuramente a breve leggerò questo libro grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto