I Vangeli Sinottici

Da questa lezione, entreremo a pieno titolo dentro il nostro programma, iniziando un viaggio bellissimo. Ma andiamo con calma e analizziamo il titolo che ho scelto per questa lezione:

VANGELI

Il nome viene dal gr. εὐαγγέλιον, che è formato dalle due parti εὖ, “bene”, e ἀγγέλλω “annunzio”, e ha quindi il senso etimologico di “buon annunzio”, “buona novella”. In ebraico vi corrisponde il termine besorāh, che ha sia il significato di “buona novella” (II Samuele, XVIII, 20 segg.), sia quello di “ricompensa per una buona novella”

SINOTTICI

In pratica si tratta di  un aggettivo  che proviene dal gr. συνοπτικός, e che a sua volta deriva da σύνοψις «sguardo d’insieme» a colonne affiancate. In pratica è un metodo comparativo che ci permette di vedere il medesimo evento raccontato  da più fonti, poste su delle colonne. Ciò permette di evidenziare somiglianza e differenze, verificandone così la veridicità, l’antichità e se siamo fortunati anche le fonti. Vedi figura sotto.

 

Avrai dunque già capito che questi non sono dunque gli unici Vangeli esistenti, ma allora in base a cosa noi possiamo dire che questi sono "canonici" cioè Ispirati da Dio e gli altri no?

TRADIZIONE

Con tradizione, mi riferisco al fatto che all’interno vi sono eventi che da sempre sono stati narrati oralmente o in forma scritta, sia da fonti bibliche che extrabibliche.

 

ANTICHITA’

Con questa espressione, faccio riferimento a reperti archeologici, analizzati con metodi scientifici, come ad esempio le analisi al Carbonio 14.

 

Dunque come vedi, anche qui fede e scienza "camminano a braccetto".

IN ESTREMA SINTESI  ricorda sempre che: I Vangeli sono stati da prima tramandati oralmente dai testimoni degli eventi accaduti e non solo. NOTA BENE Mi riferisco in particolare all’evento della morte e resurrezione, solo dopo infatti si sono aggiunti ai racconti le altre storie, e per tale ragioni abbiamo poche notizie di Gesù da bambino.

Nella loro ultima composizione, gli scritti sinottici sono attribuiti a 4 persone che conosceremo pian piano : Matteo – Marco – Luca e Giovanni.

I Vangeli sinottici – VOTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto