I brillamenti solari – Una minaccia sempre attiva

Il sole è la stella al centro del nostro sistema solare, la sua superficie è attraversata da violenti eruzioni tornado magnetiche e misteriose macchie nere.

A 140 milioni di km dalla Terra c’è una gigantesca fornace nucleare; il sole; un reattore nucleare, un milione volte più grande della Terra. La sua influenza si estende fino all’estremità del sistema solare. Da origine alla vita e ci protegge dalla fredda galassia. 

L’esterno del sole è un oceano di plasma in movimento, lo strato sottostante è luminoso e ricoperto di scure macchie solari che ad oggi si fatica a capire cosa sono. 200.000 Km più in profondità, il plasma crea vortici giganti, spostando il calore del sole in superficie. Nel nucleo Una fornace nucleare produce energia paria a 100 miliardi di tonnellate di dinamite al secondo!   

Tutti gli Strati suddetti collaborano, a creare una colossale macchina cosmica che alimenta la vita sulla Terra. Ma il potere del sole ha per così dire, un “lato oscuro” dato da molte tempeste solari site nella superficie.  Possono essere così violente da gettare milioni di tonnellate di materia solare e radiazioni nello spazio e avvolte la Terra è sulla linea di tiro.

Una forte esplosione solare, può danneggiare linee elettriche e causare blackout, a tal proposito l’astronomo: Phil Plait, spiega che non si tratta di roba da film, in quanto queste esplosioni potrebbero veramente metterci in ginocchio e per questo il sole è un sorvegliato speciale. Ad esempio il danneggiamento dei nostri satelliti, potrebbe compromettere il volo di aerei civili e militari.

A 2000 Km di profondità i campi magnetici, spingono il plasma in superficie, che crea anelli giganti che si estendono per migliaia di Km nello spazio. Questo fenomeno si chiama “brillamento” e può colpire la terra in 8 minuti; ma fortunatamente la superficie terrestre è protetta da un campo magnetico e dall’atmosfera, dunque come detto il vero problema riguarda soprattutto i satelliti nello spazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto