Essere o vivere: Il pensiero occidentale e il pensiero cinese in venti contrasti di Marco Velati

Autore: F.Jullien

Jullien  è un filosofo  moderno ellenista che è vissuto in Cina per 20 anni studiando la lingua e la filosofia cinese nella visione dei suoi meccanismi di pensiero. E’  stato per me formativo nello sviluppo del mio pensiero.

Riporterò  frasi che mi hanno colpito e riassumo di concetti che ritengo utili. Il tutto secondo un principio casuale ma all’interno dello schema di pensiero che l’autore ha imposto.

E’ l’incontro di due lingue-pensiero e sebbene il pensiero non sia determinato dalla lingua ne sfrutta le risorse .Ora il come pensare tra i due pensieri,l’occidentale e il cinese senza rimanere bloccati?

L’autore propone uno zizza gare per evitare l’illusione di trovarsi in una posizione  super partes. Non è possibile una presentazione  diretta ,da Occidente,del pensiero quindi non rimane che un confronto strada facendo valutando gli “Scarti laterali” tra concetti/visioni minime.

Dal confronto nasce una tensione funzione delle differenze che troviamo nella nostra riflessione. I concetti di ogni pensiero paragonato all’equivalente sono strumenti di comprensione in quanto dispiegano differenze  che sono indici  di più grandi pieghe di struttura di pensiero.

Il pensiero europeo gira attorno al soggetto mentre sul versante cinese è attorno a ciò che noi chiamiamo situazione (parola che per noi è ancora legata al soggetto ma che per i cinesi si distacca da esso in prospettiva).

Ora il confrontare anche minime differenze avviene tra queste due posizioni. Per la Cina l’uscita dalla questione dell’ ”Essere” si rivela una entrata nella posizione del “vivere”. Ma questo vivere non si comprende  in termini occidentali di conoscenza. Per la nostra mentalità il vivere non riesce a diventare oggetto di pensiero perché vi ci siamo immersi e non riusciamo a prenderne le distanze.  Va detto però che il traguardo dell’essere è il vivere e il pensiero cinese vi è già dentro.

L’autore,dopo questa premessa analizza i vari  singoli  elementi nei termini di come vengono rappresentati dai due pensieri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto