Donnafugata di Costanza DiQuattro

In questo romanzo viene raccontata, sotto forma di diario, la triste storia di Corrado Arezzo, barone di Donnafugata e della sua famiglia tra il 1833 e il 1895.

Questo diario non riporta, però, i fatti in ordine cronologico, ma sembra che i vari episodi siano narrati cosi, come ritornano alla memoria. Si passa, pertanto, dal 1895 al 1840, dal 1865 di nuovo al 1895 ecc, ma ogni capitolo è di per sé concluso.

La vita di quest’uomo è stata segnata dal rigore e dalla disciplina richiesti dal titolo nobiliare fin dalla tenera età. Divenuto adulto, Corrado abbraccia le idee risorgimentali ma rimane deluso dalle false promesse di libertà dai Borboni.

Il Barone di Donnafugata ha un’alta personalità artistica, tanto da  rappresentare l’Italia all’internazionale di Dublino, e, dunque, una vita pubblica di successo, che si contrappone alla sfortuna di quella privata: tutti coloro che ha amato si sono allontanati da lui troppo presto.

Questo romanzo é una storia d’amore per la propria terra, per gli amici e la famiglia.

Consigliato ai nostalgici, a coloro che ogni tanto sentono la necessità di fare un salto indietro nel tempo nell’atmosfera siciliana dei Viceré e del Gattopardo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto