Cine-Bussola: Veloce come il vento – GUARDALO GRATIS SU PRIME VIDEO

Famoso all’estero con il titolo Italian Race, veloce come il vento è un film di Matteo Rovere veramente bello Ispirato a una storia vera.

Il film è una produzione Fandango con Rai Cinema  Il film ha ottenuto 16 candidature e vinto 6 David di Donatello, In Italia al Box Office Veloce come il vento ha incassato nelle prime 3 settimane di programmazione 2,1 milioni di euro e 708 mila euro nel primo weekend. Insomma Gli attori principali Stefano accorsi e Matilde De Angelis si sono cimentati in una vera e propria sfida cinematografica che hanno magistralmente vinto. 

Una storia toccante, ispirato al personaggio di Loris in Veloce come il vento è stato Carlo Capone, un talentuosissimo pilota di rally dal carattere non proprio facile e dalla parabola di vita non esattamente felice ed esemplare. 

 

LA TRAMA

Giulia De Martino vive in una cascina nella campagna dell’Emilia Romagna con il fratellino Nico. Sua madre se ne è andata (più volte) di casa, e suo fratello maggiore Loris, una leggenda dell’automobilismo da rally, è diventato un TOSSICO parcheggiato in una roulotte. Quando anche il padre di Giulia, che aveva scommesso su di lei come futura campionessa di Gran Turismo usando come collaterale la cascina, la lascia sola, Giulia si trova a gestire lo sfratto incipiente, il fratellino spaesato e il fratellone drogato. 

 

Giulia De Martino vive in una cascina nella campagna dell’Emilia Romagna con il fratellino Nico. Sua madre se ne è andata (più volte) di casa, e suo fratello maggiore Loris, una leggenda dell’automobilismo da rally, è diventato un TOSSICO parcheggiato in una roulotte. Quando anche il padre di Giulia, che aveva scommesso su di lei come futura campionessa di Gran Turismo usando come collaterale la cascina, la lascia sola, Giulia si trova a gestire lo sfratto incipiente, il fratellino spaesato e il fratellone drogato. 

 

Come si sa spesso la vita ci fa toccare il fondo per risalire o morire definitivamente. Incredibile la storia di queste piccole fenici che con grande difficoltà impareranno a spiegare le ali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto