Cine-bussola: GOD’S NOT DEAD

La ragione può affermare l'esistenza o la non esistenza di Dio?

TRAMA: La storia è presto detta: un giovane al primo anno di studi universitari decide di iscriversi al corso di filosofia condotto da un docente ateo, il quale costringe tutti i discenti a sottoscrivere la radicale affermazione che “Dio è morto”, ma un discente, il protagonista, non accetta questa prostrazione, non sottoscrive tale affermazione e viene invitato dal docente a svolgere tre lezioni sull’esistenza di Dio, ma se fallirà nel suo intento avrà la bocciatura assicurata. 

Ma non è finita qui…

Intorno a questa vicenda centrale, se ne affastellano altre correlate: una ragazza giornalista a caccia di notizie contro i fedeli cattolici; il fidanzato della giornalista, assolutamente cinico, che pensa solo ai soldi, che non vuole aver a che fare con una madre affetta da demenza senile. 

TORNA ALLA LEZIONE

Le domande che stanno di fondo a questa storia sono dunque:

Siamo sicuri che Dio non esista e che quel personaggio storico (chiamato Gesù), sia stato solo un buon profeta dalle belle parole?

La ragione o meglio la scienza può affermare che Dio non esiste?

L’astio verso Dio e verso la Chiesa è ragionevolmente fondato o è spesso frutto di “brutte” esperienze?

La religiosità, può essere fondata secondo fenomeni antropologici osservabili su larga scala?

I principi ateistici sono ragionevolmente fondati? 

Clicca sull'immagine e scopri molti altri film

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto