Benedetta De Luca: Disabile, modella e conduttrice

Classe 1987, Benedetta De Luca è una disabile che ha sorpreso e continua a sorprendere il popolo italiano. Se molti infatti credono che la disabilità debba rilegare le persone in angusto spazio della società, si sbaglia e Benedetta ne è la testimonianza.

Benedetta de Luca soffre di una malattia chiamata “agenesia del sacro“. Si tratta malformazione congenita della parte finale della spina dorsale. È una malattia che può causare deformità al bacino e agli arti inferiori e in casi gravi può coinvolgere anche l’apparato gastrointestinale e respiratorio.  È una malattia rara perché colpisce circa un bambino su 60.000. A causa di questa patologia, quindi, Benedetta è nata senza la possibilità di poter usare le gambe.

L’obiettivo di Benedetta è quello di sfatare il mito che le donne disabili non possano stare bene con me stessa. Per questo Benedetta ha deciso di entrare a far parte del mondo della moda. Vuole far passare insomma il messaggio che anche le donne disabili possono essere persone bellissime, che non hanno niente in meno delle altre donne. Ama infatti dire che:

“I difetti sono presenti sul nostro corpo. Sono quindi una parte di noi. E se noi siamo belle, i nostri difetti fanno parte della nostra bellezza”

 

2 pensieri su “Benedetta De Luca: Disabile, modella e conduttrice

  1. Se una persona nasce con un difetto, quel difetto non lo “vedrà” come il motivo della sua infelicità, se coloro che le stanno accanto, non glielo faranno “vivere” come tale.
    La persona disabile, infatti, amorevolmente guidata, imparerà, giorno dopo giorno, a vivere, adeguando la sua personale “condizione” al mondo esterno. Starà, così, bene con sé stessa, e potrà estrinsecare le sue abilità, per conseguire obiettivi e realizzare “sogni”.
    Ha ragione, Benedetta De Luca, quando dice che, anche le donne disabili, possono essere bellissime e possono far ricredere quella parte della società che, ancora, non la pensa così.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto