Asclepio il Dio della medicina

Asclepio era il figlio del dio Apollo, dio del sole e delle arti, e di una mortale di nome Coronide, descritta come una donna di grande bellezza.

In seguito Apollo dovette tornare a Delfi, ma ordinò a un corvo bianco di prendersi cura della donna mentre era via. Approfittando dell’assenza del dio, Coronide divenne l’amante di un guerriero di nome Ischis. Il corvo se ne accorse e volò rapidamente per avvertire il suo padrone. Apollo rimase costernato. In preda alla rabbia, imprecò contro l’uccello e lo condannò per sempre ad avere le piume nere. Da allora, il corvo viene considerato un uccello di cattivo auspicio.

Apollo si recò nel luogo in cui dimorava Coronide e, furioso, scagliò una delle sue frecce contro di lei, trafiggendole il petto.

Vedendola morire, il dio si pentì e cercò di rianimarla, ma era troppo tardi. Quindi la portò alla pira funebre. Non appena il corpo di Coronide fu consumato dal fuoco, Apollo decise di rimuovere il figlio dal suo grembo, e affidarlo agli insegnamenti di Chirone, il centauro guaritore.

Il ragazzo crebbe dunque sotto la guida di un insegnante che conosceva a fondo le arti curative. Sin da tenera età, pertanto, acquisì familiarità con le piante medicinali e le tecniche di guarigione. Asclepio apprese le abilità curative in modo così efficace da riuscire a resuscitare perfino i morti.

Sotto pressione di Ade, Zeus, Ciclope, lanciò un fulmine e uccise Asclepio. Infuriato per l’omicidio del figlio, Apollo uccise il Ciclope che aveva eseguito gli ordini di Zeus e usando i suoi poteri, portò Asclepio nell’Olimpo e divenne un dio. Da allora, molti mortali iniziarono ad adorarlo e a chiedere i suoi favori in caso di malattia.

Forse non sapevi che...

Ippocrate (a cui i medici fanno giuramento), era discendente di Asclepio. Il bastone di questo dio, un serpente che circonda con il suo corpo una verga, è diventato così il simbolo universale della medicina.

CLICCA E SCOPRI TUTTI NOSTRI ARTICOLI RELATIVI ALLA MITOLOGIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto