Agostino (filosofo) e la ricerca della felicità

In interiore homine habitat veritas

Nel contesto culturale odierno e più precisamente nel suo rapporto con la ricerca della verità, mostrando sinotticamente quest’ultima, come via privilegiata verso la felicità.

Da tutte le sue biografie e a suo stesso dire nelle “confessioni” detta indagine, ha attraversato tutta la sua vita, fin dalla giovinezza, fino ad approdare al cristianesimo.

Se infatti nel suo pellegrinare in giovinezza, da dottrina in dottrina, ognuna di queste gli appariva grossolana e frammentaria, è solo dalla distinzione platonica tra ente ed essenza, che Egli comprese che concetti come Dio, verità, felicità, non possono essere compresi a pieno, in quanto una cosa è ciò che un dato ente è, e un’altra è come i miei sensi mi permettono di percepirla, o per usare un’immagine a lui cara, comprendere ogni cosa, sarebbe come: cercare di mettere l’oceano dentro un secchiello.

In altri termini la verità non va compresa, ma colta e accettata, così come si presenta all’animo umano, e a dimostrazione di questa grande intuizione, vi è la legge morale, qui intesa come quella forza o se vogliamo quella legge già scritta nel cuore delle persone.

Agostino ha infatti scelto il cristianesimo, come punto di arrivo e ripartenza della propria ricerca della verità, non perché questa rispondesse a tutte le sue domande, ma perché essa colloca già all’interno della persona la verità come seme da far maturare e sbocciare.

A maggior chiarezza, ad esempio verità sull’esistere del bene e del male o leggi come non uccidere o non rubare, non hanno bisogno di essere scritte o comprese, in quanto è già l’amore posto nel cuore in ognuno di noi a farci comprendere che dette realtà non appartengono al bene comune e da qui la sua celebre frase: Ama e fa ciò che vuoi.    

In estrema sintesi dunque, la ricerca della verità, non può che conseguirsi che attraverso l’esercizio del bene, nel pellegrinare cronologico del mondo, verso quella che Egli stesso definisce civitas Dei.

Dedicato alla mia musa F.

CLICCA E SCOPRI TUTTI I NOSTRI FILOSOFI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto